IMPERMEABILIZZAZIONI PVC

Image
Le guaine sintetiche vantano un’esperienza di alcuni decenni nel campo delle impermeabilizzazioni; in Italia compaiono con l’avvento del PVC, per poi passare all’EPDM e alle poliolefine; le caratteristiche principali di questi manti sono date dalle differenze con le guaine bituminose, che rimangono il metro per parametrare i sistemi impermeabilizzanti.
I manti sintetici, normalmente, sono più sottili (da 1,2 a 2,2 mm), hanno una posa a freddo (senza utilizzo di fiamma) e, a causa della difficoltà base nell’applicazione, hanno un costo superiore e non si trovano nella distribuzione edile generalista.
Il PVC e le Poliolefine possono essere utilizzati in tutte le coperture piane, sia a tetto caldo, sia a tetto rovescio, sia zavorrate, sia no, ma una cosa le distingue dalle guaine bituminose: i teli sintetici possono essere posati a colla o con fissaggio meccanico e la continuità dell’impermeabilizzazione è data dalla saldatura tra i teli ottenuta tramite aria calda; proprio la saldatura è il punto critico di questo sistema: i materiali in PVC o Poliolefine sono particolarmente resistenti, quindi è necessaria una particolare precauzione nella posa: dopo aver sovrapposto i teli sarà necessario fare una prima saldatura tra i due lembi nel punto esatto del termine del telo che si sottopone, per poi eseguire una seconda saldatura nel punto in cui termina il telo che si sovrappone; questo tipo di sigillatura puntuale (parliamo di strisce continue di un paio di millimetri) ha il vantaggio di essere doppia e quindi di poter avere maggiore sicurezza, ma anche di essere particolarmente sottile e facilmente corruttibile o fallace.
Per il resto il telo sintetico normalmente viene posato a tetto rovescio o, comunque, zavorrato per far sì che non sia necessario l’incollaggio, operazione che rende la tecnologia tendenzialmente meno economica.
I materiali sintetici sono migliori delle guaine bituminose?
Bella domanda! direi che sono un concorrente agguerrito, ma sicuramente le guaine bituminose rimangono il materiale più facile da posare e da rintracciare sul mercato; i produttori dei manti sintetici hanno dato particolare peso alla formazione delle maestranze che li posano, ma il successo che stanno ottenendo comincia ad avere un effetto negativo proprio sui loro punti di forza, in particolare a causa delle imprese applicatrici che considerano i costi di formazione un puro costo e non un investimento in qualità